Consulenza

Tecnologia lineare

Guida alla scelta Tecnologia lineare

Guida alla scelta Tecnologia lineare

Che si tratti di guidare, spostare, posizionare o procedere in modo uniforme, le esigenze in fatto di movimentazione lineare sono tante quanto le possibili soluzioni. Dallo spostamento manuale occasionale ai processi più
frequenti, fino al posizionamento altamente dinamico nell‘uso continuo: offriamo una vasta gamma di componenti di movimentazione lineare. Vi offriamo una consulenza competente, scegliamo l‘alternativa migliore per la vostra applicazione e, se questo non è sufficiente, sviluppiamo insieme a voi una nuova soluzione ottimale.

Regolazione del formato con volantino o motore

Articolo esposto Move-Tec - Regolazione formato

Caratteristiche:
  • Azionamento manuale o elettrico
  • Consente dalla regolazione occasionale fino a quella ripetuta più volte al giorno
  • Ridotta durata di funzionamento
  • Bassa velocità
  • Stabilità medio-alta

assi lineari estremamente dinamici con sistema a ricircolo di sfere

Assi lineari a mandrino RK DuoLine S

  • A scelta, guida interna a sfere su rotaia o a rulli
  • Slitta di guida e profilato guida in profilato estruso di alluminio
  • Copertura della zona interna del profilato
  • Apertura centrale per la manutenzione per la regolazione dei rulli e la lubrificazione
  • Geometrie della scanalatura BLOCAN® per il fissaggio di accessori e componenti

Moduli di automatizzazione specifici per il cliente

Elettrocilindro LZ 70

Con la serie LZ 60, RK Rose+Krieger presenta un elettrocilindro completamente nuovo, contraddistinto da un'ottima funzionalità, un'elevata densità di potenza e un design piacevole. Con queste caratteristiche, il cilindro è adatto sia ad applicazioni industriali, sia all'uso in apparecchiature mediche e di fitness. L'azionamento è disponibile in forma tubolare sottile (LZ 60 S) o con motore montato in parallelo (LZ 60 P).

Assi lineari RK DuoLine Z a cinghia dentata
  • Grado di protezione IP 20
  • I rinvii con alberi cavi consentono la collocazione variabile del motore
  • Precisione di ripetizione ±0,05 mm

Colonne telescopiche ed elettrocilindri pronti per il montaggio

 

Le colonne telescopiche sono gli elementi di azionamento ideali nel caso in cui oltre alla regolazione motorizzata sia necessaria anche una guida stabile. L'intera tecnologia è integrata e non visibile dall'esterno. Gli spesso necessari rivestimenti possono non essere presenti sulle colonne telescopiche. Di norma per la messa in funzione non sono necessarie conoscenze di elettrotecnica. Per l'impiego nel campo della tecnologia medica è possibile scegliere di serie tra diverse versioni.

 

Gli elettrocilindri sono ad arresto automatico e durante l'arresto non devono consentire il trasporto di energia. Questo rende gli elettrocilindri un'interessante alternativa agli attuatori pneumatici e idraulici. Motori CC ad alta potenza, linee di trasmissione dati, potenziometri e circuiti integrati a effetto Hall per il riconoscimento della posizione, così come interruttori di fine corsa integrati soddisfano in modo semplice le esigenze più comuni.

 

Colonne telescopiche ed elettrocilindri pronti per il montaggio

Colonne telescopiche ed elettrocilindri pronti per il montaggio

No matter how precise the manufacturing and assembly processes, it is almost impossible to avoid minor tolerances when installing technical modules. In the case of rigid systems, like lifting columns and electric cylinders, this can cause distortions and lead to malfunctions, such as irregular movement, increased energy costs and an overload of the control, right through to complete device failure. RK has developed a solution for this problem that is not currently available on the market: adapter plates for lifting columns and an axial adjustment for electric cylinders.
Video

Supporto mandrino con moto per assi lineari

Supporto mandrino con moto per assi lineari

Le unità RK DuoLine S possono essere utilizzate in funzionamento continuo a 2800 giri/min in assenza di manutenzione e soprattutto di fastidiose vibrazioni, raggiungendo anche a lunghezze di corsa di 5 metri una velocità massima pari a 2,4 m/s senza alcuna differenza in termini di durata utile. A frequenze di rotazione elevate, si ottiene così una stabilità notevolmente superiore, relegando al passato i diagrammi del numero di giri.
Video